emma frignani

Noli foras ire, in te ipsum redi, in interiore homine habitat veritas.

Month: marzo 2014 (Page 1 of 2)

Riflessioni sul Nulla e sugli espedienti per riempirlo.

Sul Nulla

«Se altri deprecavano il nulla, i giochi di parole e i paradossi dello scrittore fornivano sempre nuovi argomenti per screditarne la coerenza come concetto ragionevole. Ma quando il nulla tornò di moda tra i pensatori seri, i suoi giochi di parole non erano forse profonde esplorazioni dell’insondabile concetto filosofico che il nulla rappresentava?» [J. D. Barrow, Da zero a infinito].

Read More

Comunicare

Sulla possibilità di comunicare

Se si parte dal presupposto che, come asseriva il buon Wittgenstein, “quanto può dirsi, si può dir chiaro; e su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere” sia vero, allora è bene soffermarsi e riflettere. Riflettersi nello specchio delle proprie intenzioni e dirimere le controversie interiori per fare emergere infine il sottile filamento che le unisce in una ragnatela più ampia.

Read More

Blog: non ho un piano, maledizione!

Ho aperto il mio blog, non senza uno sforzo sovrumano. Paure, dubbi, tentennamenti. Poi ho deciso. E scontrandomi con il coacervo di stupide ritrosie che occupano la mia mente, ho spalancato questa finestrella virtuale. Sono caduta nella rete.
Ma sono partita senza scorte, solo un poco di pan di via e tante idee deliranti, sogni incompiuti e sparpagliati come fogli spazzati via da un refolo dissacrante e capriccioso.
Sto navigando parecchio per vari blog, voglio capire, carpire il senso o i sensi. E il confronto mi aiuta moltissimo. Le regole fondamentali per far crescere il proprio blog a quanto trapela dalle migliaia di parole che leggo quotidianamente sono due: leggere e scrivere. Il mio cervello funziona per mimesi e istruzioni precise. Leggere e scrivere sono istruzioni semplici e chiare perciò credo di poterle seguire.

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén