Vado al supermercato, vicinissimo a casa mia. Parto a piedi, decisa a comprare un nuovo phon. Il mio, vinto in un altro supermarket, dopo qualche tempo di onorato servizio, ha deciso di abbandonarmi. Dapprima rumoreggiando e creando panico nella mia fragile mente: occhi sbarrati, mano tremante nell’attesa che una fiammata compisse l’irreparabile. Ho trascorso momenti di vero terrore mentre mi asciugavo i capelli. Se capitava che il mio compagno entrasse in bagno, lo accoglievo con uno sguardo che neanche il gatto con gli stivali.

Read More