emma frignani

Noli foras ire, in te ipsum redi, in interiore homine habitat veritas.

Liebster award: discover new blogs!

Liebster Award e domande

CDGiei, papà di 11tuit, mi ha nominata, insieme ad altri dieci blogger, per partecipare al Liebster Award, “un riconoscimento che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero di followers inferiore ai 200. È un’opportunità per farsi conoscere tramite il passaparola, in pratica.” Se per la definizione mi sono rifatta al sito Parole che comunicano, per le regole ho rubato a chi fu così gentile da scegliermi:

Le regole del gioco:

1. Pubblicare il logo del Liebster award sul proprio blog
2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e seguirlo
3. Rispondere alle sue 11 domande
4. Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 follower
5. Formulare altre nuove 11 domande per i tuoi blogger nominati
6. Informare i tuoi blogger della nomination

 

 

Le 11 domande di CDGiei (e le mie risposte)

1. Qual è l’aggettivo che identifica il tuo blog?
Emmoidiano.

2. Com’è il tuo lettore ideale?
Come il Gatto del Cheshire.

3. Qual è il post a cui sei più affezionato/a? Perché?
Li amo tutti, con una lieve inclinazione per la saga del #CurriculumDelLettoreperché è un po’ come srotolare il compendio della mia vita.

4. Il mestiere dei tuoi sogni (a parte la scrittura)?
La studiosa.

5. Meglio la penna o la tastiera?
Uso entrambe con grande sollazzo e sono una compratrice compulsiva di penne, per ora non di tastiere.

6. Quale libro (o racconto) avresti voluto scrivere tu?
Che domanda. Bocca (e mente) cucita.

7. Quale musica ascolti mentre scrivi?
Amo il silenzio e, quando sono in vena, ascolto per lo più Aes Dana, DeadCanDance, Brendan Perry e Lisa Gerrald, Carbon Based Lifeforms, Björk, Beethoven, Yann Tiersen, Bauhaus et altri, che non menzionerò per brevità.

8. Come immagini il futuro del tuo blog?
Come lo immagino? Pieno di zampate di gatto e di feste.

9. Chi o cosa ti ispira?
L’esistenza, o la sua manifestazione.

10. Che suggerimento daresti al te stesso che nel passato ha appena aperto il blog?
Abbi paura, ma usala come un frustino per spronarti quando ti nascondi dietro un dito e non una penna.

11. Di quale argomento non scriveresti mai?
Di contabilità. (?)

Le mie 11 domande

  1. Scrivere è un sollievo o una sofferenza?
  2. Riesci a scrivere mentre sei in mezzo ad altre persone?
  3. Preferisci il silenzio o la musica?
  4. Hai un momento di picco creativo?
  5. Se sì, quale momento della giornata ti chiama alla scrittura?
  6. Come trovi ispirazione?
  7. La tua scrittura è semplice o elaborata?
  8. La tua scrittura rappresenta ciò che sei o piuttosto ciò che vorresti essere?
  9. Come ti senti dopo una sessione di scrittura?
  10. Augureresti mai a qualcuno che ami di avere la passione di scrivere?
  11. Se il tuo blog fosse una stanza della tua casa, che stanza sarebbe?

Le mie nomination
(non ho verificato i numeri dei follower dei nominati)

  1. SALVATORE ANFUSO, https://salvatoreanfuso.com/
  2. NADIA BANAUDI, https://svolazziescrittureblog.wordpress.com
  3. CHIARA BERTORA, https://erodaria.wordpress.com/
  4. DORA BUONFINO, https://almenotu.wordpress.com/
  5. ANGELO CERRONE, https://angelocerrone.wordpress.com/
  6. CARMEN INNOCENTI, http://lavitafertile.com/
  7. MARINA INNORTA, http://www.mywayblog.it/
  8. NAUSEA APATICA, https://nauseapatica.wordpress.com/
  9. MARGHERITA PENZA, https://mrsbean73.wordpress.com/
  10. EMANUELE SECCO, https://intimatepunctum.wordpress.com/
  11. ELEONORA NILA VIGANÒ https://diniente.wordpress.com/

Non mi resta che ringraziare CDGiei e ricordare a coloro che ho nominato di sentirsi completamente liberi di giocare o meno 🙂

A me, che non amo le catene e cose simili, questa esperienza è servita per fare un bilancio svagato e leggero di come uso il mio blog. Mi sono divertita, anche perché ho scelto di rispondere a bruciapelo. Di scegliere a bruciapelo chi nominare e di mitragliare le prime domande che mi sono saltate in mente. Per una volta, ho lasciato la riflessione nel cassetto. E mi sono fatta grasse risate 😀

 

Previous

Se una notte d’inverno un avventore

Next

Elli dorme sola

8 Comments

  1. Grazie per la nomina. Essere pensati fa sempre piacere 🙂

  2. Divertimento puro: anche per me il fine ed il risultato sono stati i medesimi, partecipando al Liebster Award.
    Un’esperienza che per un attimo ha dirottato entrambi dal normale corso del blog e che ha prodotto qualcosa di… diverso, di più umano e personale. Una di quelle cose a cui ci si affeziona anche se magari non valgono poi così tanto.
    Devo dire che alcune delle tue risposte mi hanno suscitato interrogativi anche più grandi di quelli da cui sono scaturite. Che a ben vedere, forse è un complimento 🙂
    Grande Emma, grazie per aver partecipato!

    • Il fine ed il risultato sono stati i medesimi

      Sì, è stata una bella esperienza e il suo merito maggiore è forse proprio l’avermi dirottato per un istante dalla strada che sto costruendo. Questo già da sé vale moltissimo, perché mi aiuta a vedere le cose da un’altra angolazione.

      Le mie risposte hanno spiazzato per prima me. Come ho dichiarato, ho lasciato meno spazio possibile alla razionalità —e ci sono riuscita egregiamente, direi—, rispondendo a bruciapelo, per poi riguardare le mie risposte in un secondo momento. Senza peraltro cambiarle di una virgola. Ho corso il rischio 😉 E ho anche vinto un tuo complimento! Mi piace suscitare interrogativi, portano spesso in luoghi magici e sconosciuti.
      Grazie ancora a te, caro CDGiei 🙂

  3. Eccomi, grazie per avermi nominata! ovviamente mi sento un po’ persa in questo universo nuovo. Credo di avere si e no 7 seguaci fissi che si sono incuriositi a cosa scrivo, visitatori magari di più ma certo i miei numeri non fanno davvero clamore.
    Solo una domanda devo rispondere alle Tue 11 domande su un mio post simile a questo nel mio blog, giusto?…mi ci metto subito. Grazie ancora.

    • Da qualche parte bisogna pur iniziare, no? Anch’io non vanto grandi numeri, anzi. Ma vado avanti come un caterpillar, senza preoccuparmi dei numeri, cercando di rispondere a domande, che mi pongo io stessa o che mi pone qualche amico o amica del web. Liscia e senza paura. Poi, si vedrà.
      Se vuoi partecipare, segui le regole che ho scritto nel post e crea un tuo post con le risposte alle mie domande e, se vuoi, nomina a tua volta 11 blogger, ponendo loro 11 domande a tuo piacimento. Fai pure con calma, prenditi il tempo che ti serve 🙂 Nessun obbligo, nessuna fretta, sennò corriamo il rischio di non divertirci più. E a noi piace divertirci amalgamando parole ed esperienze. Grazie a te Nadia!

  4. Grazie, Emma. 🙂

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén